Imprese e Settori

Case studies e ricerche sulle imprese e i principali comparti del sistema Made in Italy

Effects of cultural distance on foreign acquisitions: evidence from Italian acquired firms

A cura di Michela Matarazzo, Gabriele Barbaresco e Riccardo Resciniti


Questo studio ha l'obiettivo di analizzare l’influenza della distanza culturale sulle acquisizioni delle medie imprese da parte delle multinazionali in termini di performance economiche delle imprese acquisite. In letteratura una molteplicità di lavori si focalizza sulla distanza culturale come variabile esplicativa dei risultati delle acquisizioni internazionali. Utilizzando il database Dipartimento di Ricerca di Mediobanca, si sono analizzate le imprese italiane acquisite da multinazionali tra il 1999 e il 2009, al fine di valutare l'andamento delle loro performance nel periodo post-acquisizione.

In particolare, si è verificata la relazione tra la distanza culturale, calcolata attraverso una misura multidimensionale, e le performance delle imprese target nelle acquisizioni internazionali, considerando l’universo delle medie imprese italiane acquisite. I risultati supportano l’ipotesi che la distanza culturale ha un effetto negativo sulle performance post-acquisizione.

 

Vai alla rivista

 

Gli autori

Professore Associato di Management presso l'Università degli Studi Guglielmo Marconi e referente della sezione Focus Paese di MADEINT.
Responsabile Area Studi di Mediobanca.
Professore Ordinario di Management internazionale e Marketing presso l’Università degli Studi del Sannio.